Federico Pagliai

Come un filo che pende

Federico Pagliai è nato nel 1966 a La Lima, “il paese più all’om­bra di Italia”, vive tutt’ora sulla montagna pistoiese, storica zona di confi­ne e di confino dell’Appennino Tosco-Emiliano. Sce­glie una professione che gli consenta di non abbandonare la montagna natia per scendere in città: diventa infermiere e poi volontario Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico.

Il suo vivere sui crinali della montagna pistoiese non è un semplice atto di resi­denza ma un percorso di vita all’ insegna della ricerca, apprezzamento e condi­visione di quei valori antichi e genuini, ritmati dal succedersi delle stagioni. Federico ascolta l’ istinto, proietta i sensi verso la vita dei montanini ed i crinali della Montagna pistoiese. Cammina. Cammina e via via su block notes, racco­glie spunti, idee, colpi di occhio, pennel­late di gente e di posti.

Così, e non potrebbe essere diversamen­te, nascono i suoi libri.Federico ha già pubblicato: I miei crinali (2008, Pacini Fazzi Editore) e Rughe da salita (2011, Biblioteca dell’Immagine).